logo design
design
gennaio 21, 2016 - Fernando Mosca

International Competition - Mexico. Fernando Mosca Team

L’Architetto #fernandomosca e il suo team hanno partecipato al concorso per un padiglione temporaneo a Città del Mexico, precisamente in Piazza Manuel Tolsa.
Il padiglione doveva essere realizzato con materiali ecosostenibili e avere caratteristiche di leggerezza e facilità di montaggio e smontaggio. Inoltre veniva richiesto lo sviluppo di un tema significativo.
Fernando Mosca, in qualità di capo #design team, ha coordinato il lavoro degli altri architetti del team: Amelia Mariano, Ksenia Puzakova ed Emilia Mitrovic.
Il concept del padiglione si basa sull’architettura pre-colombiana nella sua massima espressione: la piramide a gradoni.
Si è partiti da un rettangolo di dimensioni 10x15 m, coperto con tappeti tessuti a mano da artigiani locali. Il materiale utilizzato proviene dagli scarti di lavorazione di industrie locali e rappresenta un ottimo esempio di riuso dei materiali nell’ottica dell’eco-sostenibilità.
I decori riprendono nei colori e nel disegno i motivi tradizionali messicani: righe dai colori accesi e quasi fluorescenti, pattern floreali e gli immancabili teschi messicani o “Sugar Skulls”.
Il volume complessivo, che ha una struttura rettangolare con altezza di 7,7 metri, è una rivisitazione in chiave contemporanea e minimalista di un’architettura tradizionale, che assume così una nuova identità.
L’originalità del progetto è data dalla inversione dei volumi: è stato creato un “negativo” della forma originale attraverso il gioco dei materiali. Il fuori diventa dentro, i pieni diventano vuoti e il contenitore si fa contenuto.
L’intero rettangolo è sostenuto da una cornice in travi di acciaio ad incastro, per garantire facilità di assemblaggio e smontaggio.
L’interno è costituito da tre elementi che si incastrano l’un l’altro, connessi alla struttura e alla scala in acciaio tramite una copertura in juta, materiale riciclato in tre diversi grandi formati.

L’entrata è definita da un taglio lungo il lato e sulla copertura nella direzione della scala che, salendo, diventa elemento chiave che simboleggia il sorgere del Dio Quetzalcoatl, il Serpente Piumato.
Il tessuto di rivestimento è innovativo, una texture tipo membrana permeabile e translucida, che permette il passaggio della luce. Di colore bianco se visto dall’esterno, diventa oro all’interno, diffondendo una luce calda e dorata che mette in relazione questo prezioso colore con la Divinità.
Il retro, che coincide con l’apice della scala, si apre su un punto panoramico e simboleggia il cammino in salita del dialogo interiore. Qui si arriva alla meta finale, in cui l’uomo apre se stesso al mondo, per assaporarne e condividerne ogni aspetto.


FERNANDO CESAR MOSCA ARCHITECT
via dell’annunciata 27
20121 Milano Italia
tel +39 026598550 - cel +39 3389948379 - fax +39 0249459733
studiomosca@yahoo.it - fernando.mosca@yahoo.it
www.architettofmosca.com
www.facebook.com/fernandomoscaarchitect