logo design
design
aprile 15, 2016

Il Gruppo Lube presenta il primo showroom virtuale a Eurocucina 2016

Gruppo #lube in collaborazione con l’ Università di Camerino offre la prima esperienza in realtà virtuale immersiva all’interno di modelli della produzione Lube

Treia, marzo 2016. Dal 12 al 17 aprile presso lo stand Lube a Eurocucina 2016 sarà possibile visitare il primo showroom virtuale #lube, realizzato in collaborazione con la Scuola di Architettura e #design “E. Vittoria” di Unicam, lo spin off e-Lios. Un’esperienza virtualeimmersiva realizzata mediante la tecnologia Head Mounted Display (HMD) di Oculus Rift, che permetterà all’utente di muoversi all’interno di un ambiente #cucina in 3D e di interagire con l’ambiente circostante.

Tutte le più importanti multinazionali del settore high technology come Samsung, Google, Sony, Facebook ecc. stanno investendo moltissimo nella realtà virtuale che avrà enormi sviluppi in un futuro prossimo e #lube è tra i primi player del mercato a credere nelle enormi potenzialità di questa nuova tecnologia

Lo showroom virtuale #lube è stato prodotto all’interno del progetto denominato “Environment Interaction and Multisensory Virtual Reality”, nato con l’obiettivo di studiare l’interazione individuo-ambiente tramite riproduzione di contesti reali e virtuali di ambienti #cucina. Un gruppo di ricerca, composto da esperti nel settore, ha sviluppato un sistema hardware e software per l’elaborazione di un’applicazione che prevede un’esperienza percettiva di tipo immersivo all’interno di una ricostruzione digitale di ambienti cucine Lube, appositamente ottimizzati per tale modalità di visione.

Grazie ad un sistema di proiezione binoculare che avviene sul visore all’interno dell’apparato tecnologico degli Oculus Rift è possibile far esperire all’utente uno sguardo a 360° del modello virtuale dell’ambiente #cucina come fosse reale. Si potrà fruire di un’esplorazione del modello stesso con un livello di interattività dato da una parte dalla possibilità di spostarsi virtualmente all’interno dell’ambiente 3D visualizzato, avvicinandosi, allontanandosi o cambiando direzione dello sguardo; e dall’altra configurare il modello della #cucina mediante un’interfaccia grafica gesture based, che permette di selezionare interattivamente colori ed essenze di tutti i componenti della #cucina stessa.



Un’interfaccia utente naturale, permetterà di selezionare differenti contenuti digitali relativi alla #cucina visualizzata mediante l’utilizzo di gesture aeree riconosciute ed interpretate da un sensore per la finger detection capace di tradurre il movimento delle mani in input per il sistema della configurazione della cucina


“Siamo davvero molto soddisfatti – ha dichiarato il Rettore Unicam, prof. Flavio Corradini – di vedere concretizzati realmente, anche se in questo caso siamo immersi nel mondo virtuale, i primi risultati di questa importante collaborazione tra l’Università di Camerino e la Lube Industries. Siamo infatti convinti che possa essere una ulteriore e concreta testimonianza di come le competenze e le professionalità dei ricercatori universitari messe a disposizione delle imprese producano innovazione e sviluppo per le aziende e di conseguenza opportunità per i giovani, per i consumatori e per tutto il territorio”.


Per il Gruppo Lube la realtà virtuale si sta evolvendo molto rapidamente e sarà una parte integrante della vita delle persone. Le possibilità fornite dalla tecnologia HMD sono infinite e potrebbero essere utilizzate per consentire ai clienti di testare finiture, accessori e dettagli prima ancora di procedere con l’acquisto permettendo così di vivere in maniera immersiva il proprio layout di #cucina cambiando radicalmente il concetto di progettazione.








News correlate

ottobre 06, 2017
download all Scarica tutto
maggio 03, 2017
download all Scarica tutto
aprile 28, 2017
download all Scarica tutto

Ti potrebbe interessare anche

aprile 27, 2017
download all Scarica tutto
aprile 27, 2017
download all Scarica tutto
aprile 27, 2017
download all Scarica tutto

Filtro avanzato