logo design
design
settembre 23, 2016 - De Padova

Un nuovo contract De Padova con lo Studio Renzo Piano Stavros Niarchos Foundation Atene

Il Centro Culturale della Fondazione Stavros Niarchos è situato a Kallithea, 4 km a sud del centro di #atene. Si tratta di un importante complesso culturale, all’interno di un grande parco urbano di 170.000 mq, che comprende la Biblioteca Nazionale Greca e l’Opera Nazionale Greca. Con questo progetto viene riqualificato un grande spazio semi-abbandonato, ex sede dell’ippodromo, poi inclusa nell’area dei Giochi Olimpici del 2004, diventata infine un parcheggio – che ritrova così il suo naturale collegamento con il resto della città e con il mare. Storico porto ateniese sulla baia di Faliro, Kallithea ha sempre avuto un forte legame con l’acqua. Attualmente, nonostante l’immediata vicinanza, dal luogo progettato questo importante rapporto visivo e ambientale risultava precluso. Per recuperarlo lo studio RPBW ha progettato una collina artificiale con un parco la cui superficie inclinata si conclude nella grande #architettura del Centro Culturale, che si apre in una spettacolare vista verso il mare aperto. La grande costruzione è composta dalla Biblioteca e dal Teatro d’opera.

Uno spazio pubblico, l’Agorà, permette l’ingresso ad entrambi gli edifici collegandoli tra loro. Il Teatro d’opera ha due sale: una, da 450 posti, destinata al balletto e alle rappresentazioni operistiche più tradizionali; l’altra, da 1400 posti, per spettacoli più sperimentali. La Biblioteca, luogo di apprendimento e trasmissione culturale, è concepita come una risorsa pubblica, uno spazio per un’aperta e condivisa fruizione del sapere. La sala di lettura, dalle pareti interamente in vetro, si trova alla sommità dell’edificio: è una scatola trasparente, a pianta quadrata, da cui si può godere di una vista a 360 gradi di #atene e del mare. La sala si trova direttamente al di sotto dell’Energy Canopy, un tetto sulla cui struttura è installato un sistema di pannelli fotovoltaici in grado di generare tutta l' energia, sufficiente per tutto il Centro culturale durante i normali orari di apertura. Inoltre, all’interno dei due edifici, dove possibile, sono stati impiegati sistemi di ventilazione naturale. La connessione visiva con l’acqua prosegue nel parco, dove è stato realizzato un canale a lato dell’Esplanade, il principale asse pedonale del sito, in direzione nord-sud. Le diverse soluzioni innovative in termini di sostenibilità ambientale hanno permesso al Centro di ricevere la certificazione “Platinum”, il rating più elevato previsto dal LEED (Leadership in Energy and Environmental #design, la più prestigiosa al mondo nel settore delle costruzioni). Per questo spazio lo Studio RPBW ha chiesto nuovamente la collaborazione del team di DePadova, per avvalersi della possibilità di realizzazioni personalizzate e per alcuni elementi di collezione, principalmente a firma Vico Magistretti. La prima riguarda il tavolo Quadrato, prodotto in fuori misura e accessoriato con pannelli divisori verticali, corredato con le sedie Cirene. L’intervento prosegue nell’ala dedicata all’Opera: nel foyer è stata necessaria la realizzazione custom in misure speciali, di alcuni divanetti Pollack, mentre i camerini sono stati arredati con i divani Tuareg. Per la lounge sono stati scelti i tavolini Keel (Form Us With Love) e i divani Assuan.

Negli spazi comuni, a partire dalla spaziosissima hall: le poltroncine Basket con gli essenziali tavolini Dan e Arthur. È motivo di pregio, per DePadova, essere presente in un edifico così avanzato tecnologicamente ed in un luogo dove, a partire dalla trasparenza dell’architettura e dalla concezione che ha trasformato il sito, si vuole rendere accessibile la cultura proponendola come risorsa e come intrattenimento all’insegna della conoscenza. Così come nelle finalità filantropiche della Fondazione greca dedita a sovvenzioni nei settori della arti, della cultura, dell'istruzione, della salute, dello sport e del benessere sociale. 

Filtro avanzato