logo design
design
febbraio 22, 2017 - CarraraFiere

LA LUCE DEL MARMO - Milano


Il nuovo progetto di IMM – Internazionale Marmi e Macchine S.p.a. - per la promozione del Distretto del Marmo di Carrara ad un pubblico internazionale di architetti e designers durante il prossimo Fuorisalone di #milano.

IMM, società per azioni costituita per lo sviluppo del Distretto del Marmo di Carrara, sarà presente al prossimo Fuorisalone con il progetto “La Luce del Marmo” dedicato alla promozione delle aziende apuane del comparto lapideo nell’anno di passaggio fra le due edizioni di CarraraMarmotec, la cui prossima si terrà nel 2018.

L’interessante progetto sarà ospitato all’interno di Space&Interiors, area espositiva ideata e gestita dagli stessi organizzatori di MADE Expo e unico evento collegato direttamente al Salone del Mobile, che avrà luogo per il secondo anno consecutivopresso il bellissimo spazio The Mall in Porta Nuova a #milano dal 4 all’8 aprile 2017.

Il progetto è stato concepito come una vera e propria mostra dedicata al #design, nel rispetto di 3 temi conduttori: ilmarmo di Carrara, laleggerezza e laluce come elemento di valorizzazione della materia e delle forme, in coerenza con la presenza in contemporanea di Euroluce al Salone.

L’iniziativa, a cura di IMM in partnership con l’agenzia creativa e di consulenzaLooping, si preoccuperà in primis di promuovere il brand del marmo di Carrara e di garantire alle aziende partner i giusti contatti con il mondo del #design e dell’architettura a livello internazionale.

“Abbiamo scelto una location qualificata e di grande impatto all’interno del contenitore Space&Interiors - ha dichiarato il Presidente di IMM,Fabio Felici– perché il marmo del nostro distretto merita un palcoscenico di primo livello e, al contempo, le aziende partner vogliono che l’occasione sia non solo un’operazione di comunicazione ma anche un momento di sviluppo del business verso il mondo dei professionisti della progettazione a livello internazionale. Questo è lo scopo principale dell’evento che andremo a mettere in campo e lo faremo attraverso il linguaggio dell’architettura e del #design grazie al coinvolgimento di designers di grande rilievo che verranno abbinati alle aziende partner. “Carrara” è sinonimo di marmo a livello mondiale, ma questa leadership deve essere continuamente rinnovata attraverso azioni, progetti di comunicazione e di promozione capaci di tener alta la riconoscibilità del territorio e delle sue capacità estrattive, industriali e artigianali.”

L’allestimento della mostra, un’area di 350 mq, prevede l’esposizione dei manufatti in marmo come in un percorso museale dove ogni oggetto, creatoad hoc da un’azienda in abbinamento ad un designer, verrà sottolineato da un apparato di illuminazione di grande rilievo, capace di evidenziare in modo particolarmente suggestivo la bellezza di questo nobile materiale.

Partner tecnico di questo importante impianto illuminotecnico, un’azienda toscana nota proprio per aver allestito molti impianti museali nel mondo.

A simbolo della mostra, sarà prevista l’installazione esterna di un imponente blocco di marmo di Carrara, denominatoBlockTheRock, illuminato dall’interno e posizionato sulla piazza antistante l’ingresso. Il blocco fungerà da icona per accogliere i visitatori di Space&Interiors e comunicare l’evento anche durante le notti milanesi del Fuorisalone; inoltre, saranno previsti un’area B2B riservata agli incontri con architetti e designer e uno schermo di dimensioni importanti sul quale verranno proiettati i filmati rappresentativi delle cave e dei processi di lavorazione che trasformano la materia grezza nei raffinati manufatti che tutto il mondo invidia.

È importante sottolineare che la scelta della location consentirà di riportare il marmo di Carrara al grande pubblico, nazionale e internazionale, attraverso un dialogo progettuale naturale, a partire dalla proficua collaborazione con i designer coinvolti nel progetto fino ad arrivare ai molti incontri con il mondo dei professionisti attesi in occasione della kermesse milanese.

L’evento rappresenta un’occasione unica per le aziende lapidee del distretto apuo-versiliese che si presenteranno al pubblico internazionale attraverso un percorso di #design capace di valorizzare non solo il materiale “marmo” ma soprattutto le capacità tecniche e creative di utilizzo della materia. Sonootto le aziendeche hanno accolto l’invito di IMM a partecipare al Fuori Salone milanese: Campolonghi, Errebi Marmi, Fibra, Franchi Umberto Marmi, Garfagnana Innovazione, G.M.C. Graniti Marmi Colorati, Marmi Carrara, Sa.Ge.Van. Marmi.Sponsor ufficialisono space&interiors (by MADE expo) I Profumi del Marmo,  Targetti Sankey e Appartamento Lago che ha ospitato la conferenza stampa di questa mattina a #milano.

Giuliano D'Angiolo, titolare Campolonghi, sottolinea l’autorevolezza dell’iniziativa definendola “un importante e nuovo approccio di IMM che lega il marmo al Made in Italy attraverso il #design d'autore.”

Carlo Colombi, direttore commerciale di Marmi Carrara, dichiara “Siamo fortemente convinti che ogni strumento finalizzato alla promozione del marmo in ogni suo aspetto ed utilizzo sia sempre valido e costruttivo ed il Fuorisalone rappresenta senz’altro una delle vetrine più prestigiose frequentata dalla migliore platea che ogni imprenditore possa sperare”

PerBernarda Franchi, titolare di Franchi Umberto Marmi “Partecipare all' iniziativa "La Luce del Marmo" è per franchiumbertomarmi uno stimolo a continuare la ricerca e la sperimentazione nell'ambito del #design e dell'architettura. Fondamentale per l'azienda è stato l'incontro con uno dei grandi maestri dell'architettura contemporanea, Kengo Kuma che, avvalendosi della direzione artistica di Michele Cazzani, ha esplorato oltre ogni limite le potenzialità e la poetica dei nostri materiali lapidei. La filosofia che sta alla base dell’opera che presenteremo è quella di produrre una architettura che stabilisce relazioni tra spazi, luce, forme e materia quasi a dissolversi nel paesaggio. Il marmo che più di ogni altro elemento costruttivo richiama la massività e la gravità, viene re-interpretato attraverso un processo di smaterializzazione che porta ad un’idea di leggerezza e fluidità . Quest'opera sembra essere stata creata nei secoli dal lento lavorio degli elementi naturali come l'acqua e il vento invece che dai sofisticati processi produttivi con cui, in realtà , sono state scolpite le superfici”.

Stefano Coiai, titolare di Garfagnana Innovazione puntualizza che “Attraverso la partecipazione all'evento "La Luce del Marmo", l'azienda mira a sviluppare ed ampliare il segmento di utilizzo della pietra nel #design. Grazie ai livelli di tecnologia applicata al settore ad oggi raggiunti, possiamo ottenere risultati di alleggerimento e traslucenza del più "classico" dei materiali, il marmo, proponendo lo stesso per nuove applicazioni che fino a poco tempo fa sarebbero state impensabili. Il progetto che andremo a proporre sarà un esempio lampante del tema”.

Anche #paolomajello, titolare diErrebi Marmi, evidenzia le motivazioni della partecipazione all’iniziativa:"La Errebi Marmi, nel partecipare al Fuorisalone di #milano, vuole far conoscere applicazioni diverse dal solito, per quanto riguarda la pietra naturale. Quando si parla di marmo la mente elabora subito l’idea di pavimenti e rivestimenti o in alternativa la statuaria. Ma esistono molte più applicazioni ed impieghi. Le opere che esponiamo ne sono un esempio."

Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa, hanno presenziato anche il Presidente di ADI (Associazione per il #design Industriale)Luciano Galimberti, che dichiara: “Siamo vicini ad ogni evento che racconta l’innovazione; questo progetto parte da una contrapposizione che mostra come si possa trasformare una materia pesante come il marmo in qualcosa di leggero. Questo e' una caratteristica del Made in Italy: noi non disegniamo la forma di un oggetto, ma la vita che ci gira intorno. Con La Luce del Marmo e' proprio così,  e per questo ADI supporta l’iniziativa.. Questo progetto e' il nostro ambasciatore internazionale che sa parlare la lingua delle emozioni” .

Presente in rappresentanza del Comune di Carrara l’Assessore alla CulturaGiovanna Bernardini,che portando il proprio saluto, ha evidenziato il convinto sostegno dell’Amministrazione Comunale al nuovo progetto di IMM che favorisce  sia la promozione territoriale che quella al comparto lapideo nel suo insieme:

“La parola marmo si identifica conCarrara. Mi hanno colpito i riferimenti fatti dal Presidente Galiberti sul tema della narrazione, perché davvero iIl marmo ha il dono della narrazione, ce l'ha per la sua storia millenaria così come per la capacita' delle sue maestranze di renderlo unico e inarrivabile. Il Comune appoggia questa iniziativa  proprio per la capacità  di narrazione  che ha saputo realizzare intorno al marmo. Apprezziamo molto il fatto che con questo progetto si è voluto rappresentare  un modo  di pensare e vivere il territorio che e' quello legato ala misura con cui si  misura del marmo: la tonnellata. Il blocco di marmo luminoso di “La luce del Marmo” rappresenta proprio quest’unita' di misura e apprezzo la sensibilita' con cui IMM e Looping hanno trattato questo concetto.”

 

La mostra si terrà nell’ambito del Fuori salone di #milano a The Mall in Porta Nuova a  dal 4 all’8 aprile 2017.