logo design
design
gennaio 12, 2018 - the box

THE BOX presenta Ordine, Disordine e Caos

Con la curatela di #davidefabiocolaci + Simple Flair, il progetto coinvolge tre giovani designer chiamati a interpretare ciascun tema

Ordine, Disordine e Caos rappresenta la seconda tappa del percorso di THE BOX nell’ambito della cultura del progetto e delle sue applicazioni. Dopo il primo evento, tenuto nell’aprile dello scorso anno e legato all’opera di Paolo Gonzato, #thebox propone ora un ciclo di tre nuovi appuntamenti, affidandone la curatela a Davide Fabio Colaci + Simona Flacco e #riccardocrenna di Simple Flair, incollaborazione con Arper.

Ordine, Disordine e Caos esplora il mondo del #design chiedendo a tre designer emergenti di interpretare la dimensione contemporanea attraverso i tre diversi temi, mettendo in evidenza la capacità unica del progetto di sintetizzare la complessità e l’eccezionalità della vita di tutti i giorni. Lo sviluppo dei tre progetti sarà attivamente supportato da #thebox, che metterà in campo le proprie competenze e strumenti, oltre ad essere il luogo fisico nel quale le idee prenderanno forma.

Il risultato delle sinergie innescate si tradurrà in tre serie di oggetti, ognuna delle quali verrà raccontata tramite un evento dedicato e una #mostra aperta al pubblico. L’insieme dei progetti sarà infine raccolto in una collezione di #design a marchio #thebox, che rappresenterà la ricerca e il percorso curatoriale.

La prima #mostra, Ordine, è stata inaugurata il 13 settembre, con la presentazione della collezione di maschere realizzata dal designer francese Philippe Tabet.

Il racconto si è sviluppato ulteriormente con la #mostra Disordine (inaugurata il 29 novembre), incentrata sulle realizzazioni della designer Astrid Luglio,per poi concludersi con Caos (inaugurazione in programma il 31 gennaio 2018) focalizzata sul progetto del duo creativo Mathery Studio, composto da Erika Zorzi e Matteo Sangalli.

Allo scouting dei designer, i curatori hanno affiancato inoltre una selezione di incursori: protagonisti del mondo del progetto, filosofi, artisti, critici, saranno parte attiva nel processo di realizzazione, intervenendo durante la fase di progettazione con il proprio contributo critico, arricchendone la portata.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare

News correlate

febbraio 24, 2017
gennaio 18, 2017

Filtro avanzato