logo design
design
aprile 15, 2019 - PalermoUno

Palermouno si rinnova: il camaleontico layout del Concept Studio punta sulla ricerca cromatica e sul design internazionale.

PalermoUno, lo studio di Sophie Wannenes, inaugurato lo scorso novembre, si riempie di forme e nuove suggestioni in occasione della #milanodesignweek 2019.

La call for entries - lanciata a novembre e appena conclusa - Your #design is Welcome esprime lo spirito da cui è nato il progetto di Sophie: aprire il proprio studio al #design di ricerca, ai talenti emergenti e all’estro creativo di matrice internazionale durante la settimana dedicata al #design. Per la nuova inaugurazione dello spazio designer, artisti e aziende hanno sottoposto un progetto specifico per #palermouno sotto la direzione artistica di Sophie Wannenes.

Un progetto corale ed espositivo fatto di limited edition e prodotti unici il cui filo conduttore rimane il colore che ridefinisce gli spazi, le coreografie, cambia completamente aspetto all’ambiente e conferisce un’immagine nuova alle otto stanze dello studio.
Lo spazio situato in Brera conferma il concept originario: ogni stanza, infatti, mantiene la sua connotazione funzionale rivelando la volontà di creare un luogo in costante evoluzione.

Il prodotto è parte dello spazio ed è un invito al please touch and bring me with you.
Molta attenzione è posta nella selezione degli arredi: protagonisti sono i prodotti realizzati per #palermouno, sia nella personalizzazione delle forme sia nel gradiente cromatico.

La nuova installazione si percepisce da subito: il separé all’ingresso è l’introduzione alla nuova esperienza scenografica, un wall tapestry, realizzato per l’occasione dalla prima collaborazione tra Adriana Jaroslavsky e Kate Crowbert, posta all’ingresso funge da soglia reale e metaforica, suggerendo una sensazione di leggerezza e sospensione, introducendo la console in marmo e ottone e la lampada da tavolo in ottone e vetro di Daythings.

Serena Confalonieri per TWS Stone disegna il tavolo e le sedute che si affiancano alle sculture vaso in pietra e vetro, eco dello skyline di una città immaginaria di Barbara Schweizer Edizioni.
Camaleontico e in continua evoluzione, #palermouno accoglierà complementi d’arredo contemporanei dalle sfumature luminose e tenui, riprese anche nelle pitture delle pareti.

Colori pop e materiali diversi connotano la sala da pranzo, in cui la torre, composta da cubi metallici del brand belga Alliages, si accosta all’essenzialità della Ch'up Chair di Claudia Suarez Ahedo e alla matericità del tavolo Kunaal Kyhaan Seolekar Studio Haus.
Come nell’allestimento originario di questo ambiente, le lampade portano la firma del brand di illuminazione ceco
Bomma affiancate dalle scenografie luminose di Pietro Russo Design.

Le lampade da tavolo Daythings, il divano Roberto Gerosa e la seduta Mario Milana insieme alle illuminazioni Pop-Up! Magic Circus descrivono con essenzialità il salone; la credenza Decorum Milano, le piccole architetture in marmo e ceramica di Margherita Fanti e i tessuti Créations Métaphores sono stati selezionati per la camera da letto e sono accompagnati da uno dei due specchi, dalle suggestioni geometriche, disegnati da PalermoUno.

Uno spazio in cui il gioco tra armonia ed equilibrio di elementi apparentemente in contrasto tra loro trova una relazione unica; così il minimalismo della seduta in metallo Mirko Pancaldi ha il suo compimento perfetto nella costellazione in vetro soffiato di Bomma.
Dal 9 aprile il nuovo allestimento, che rimarrà in esposizione fino al 15 luglio 2019, sarà accompagnato dal lancio dell' e-commerce
Palermouno.it dove sarà possibile acquistare gli oggetti e complementi d'arredo presenti in entrambi gli allestimenti dello spazio.


Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare