Cookie Consent by Free Privacy Policy website MMA Projects, Waterfall Tower - "The flow of the music"
giugno 11, 2024 - MMA Projects

MMA Projects, Waterfall Tower - "The flow of the music"

 

Specifiche tecniche progetto:

  • Nome progetto: Waterfall Tower - The flow of the music
  • Luogo: Dishui Lake Financial Bay in Lingang New Area, Shanghai
  • Intervento: Facade Design
  • Destinazione d’uso: Retail & Offices
  • Stato dell’opera: in costruzione
  • Area: 33,700 sqm

CONCEPT

Edificio iconico e senza tempo, capace di coniugare funzionalità ed estetica, relazionandosi con il contesto architettonico circostante.

L'ispirazione primaria di questo progetto risiede nella volontà di esplorare l'armonia dei volumi, prendendo spunto dal fluire sinuoso di una cascata. La stretta connessione con l’acqua, data dalla vicinanza al suggestivo lago Dishui, ha guidato ogni fase della progettazione.

Così come l’acqua sgorga dirompente ed improvvisa discendendo con tutta la sua forza dalle montagne; allo stesso modo le facciate sovrapposte della Waterfall Tower e il suo gioco di elementi verticali dai diversi spessori, ricordano lo stesso movimento verticale. Mentre il podio, con i suoi diversi volumi, ricorda l’infrangersi dell’acqua sulle rocce, che sono alla base del letto del fiume. Durante lo studio sul dialogo tra il tema dell’acqua e delle facciate ci siamo avvicinati alla struttura delle corde di uno strumento musicale tipico della tradizione cinese, il Liuto. Le facciate della nostra torre potevano essere trattate come uno strumento musicale le cui corde avrebbero definito il movimento degli elementi. Ecco il parallelismo con un Liuto ed il nome “the flow of the music” cioè lo scorrere della musica, così come lo scorrere dell’acqua.

APPROCCIO DI UNO STUDIO ITALIANO CHE PROGETTA PER SHANGHAI

Lo studio MMA Projects, nel suo team dedicato ai progetti pensati per il mondo Cina, adotta un approccio che si interfaccia con il client rappresentative. I progetti sono suddivisi in fasi creative scandite da presentazioni che coinvolgono il cliente e lo tengono aggiornato sull'avanzamento progettuale. In particolare, per la 100m Tower Plot 25-6, lo studio ha fornito un servizio di consulenza architettonica.

RICHIESTE DAL CLIENTE

Nel contesto del mercato cinese è essenziale attribuire un forte valore narrativo a ciascun progetto con una motivazione e un significato ben definito.

Nel caso specifico del progetto 100m Tower Plot 25-6, la richiesta della committenza si concentra su due obiettivi principali di risultato: il primo creare un edificio iconico ed elegante, caratterizzato da una sobria raffinatezza; il secondo, progettare una struttura che si integrasse armoniosamente in un contesto di design preesistente, mantenendo un carattere iconico che consentisse un dialogo con la torre di uguale rilevanza progettata dallo studio di Libeskind.

CONTESTO URBANO

Intorno al lago artificiale Dishui Lake nella regione meridionale della penisola tra i fiumi Yangtze e Qiantang, nella Hangzhou Bay, a sud di Shanghai, sorge Lingang New Area, una città a sviluppo urbanistico circolare suddivisa in cerchi concentrici, dove ogni zona ha una sua specifica funzione. La Waterfall Tower è stata da noi progettata per essere inserita in una zona esclusivamente dedicata ad uffici e convention center, denominata Financial Bay.

LA TORRE

La caratteristica stilistica predominante della torre è rappresentata dall’armonioso gioco di curve, ispirato dal contesto circostante e influenzato dalla struttura dell'edificio.

La torre è costituita da 20 piani fuori terra, per un’altezza totale di 100 metri e un piano interrato dedicato ai parcheggi.

Al piano terra, insieme a numerosi negozi e bar, trovano spazio anche una lobby a doppia altezza ed uno spazio multifunzionale dedicato a conferenze ed eventi mentre un ristorante con vari spazi esterni si affaccia sul verde integrandosi con la piazza sottostante. Il restante dei piani è invece adibito ad uso esclusivo uffici.

Dal punto di vista volumetrico, gli elementi costituenti il podio sembrano distaccarsi dalla torre e ruotare leggermente su se stessi, posizionandosi a differenti livelli.

Le forme morbide di questi volumi ricordano la forma arrotondata dei sassi di fiumi, creati dallo scorrere dell’acqua. Mentre un sistema di curve concentriche che partono dal podio, definisce il disegno del verde e della piazza. 

Il tetto è progettato come una gabbia che si fonde armoniosamente con i profili diagonali della torre, offrendo una copertura completa per i macchinari e alloggio ai pannelli solari. La scelta di dare rilevanza alla "quinta facciata" può sembrare insolita, ma è giustificata considerando che la vista dall'alto è la prima impressione ottenuta consultando le mappe della città. Le lamelle del tetto seguono le inclinazioni della torre, contribuendo a un aspetto visivo intrigante.

FACCIATA

Il dinamismo della facciata emerge dalla variazione degli spessori degli elementi verticali pensati come fogli applicati e sovrapposti che creano spazi di apertura per le terrazze.

Gli elementi verticali, in base alla luce, producono effetti visivi diversi sulla superficie esterna dell'edificio. Tale caratteristica è amplificata dalla presenza di elementi luminosi custom, progettati per illuminare la facciata durante le ore notturne.

Questa doppia funzione riveste grande importanza poiché incarna appieno l'idea di cascata, evocando un movimento fluido e armonioso, che discende dolcemente lungo la struttura.

Canopy

La "canopy" costituisce un elemento d'ingresso maestoso che accoglie i visitatori. Con i suoi sei metri di altezza, l'elemento scultoreo proposto è realizzato con un materiale all'avanguardia, l'UHPC (Ultra High Performance Concrete), noto per la sua eccezionale efficienza energetica e la capacità di essere modellato in varie forme.

Questo elemento scultoreo non solo orienta lo sguardo dei visitatori verso l'ingresso, ma è fondamentale per conferire stabilità strutturale complessiva.

Luce

La visione di “scritte” sulla facciata sarà possibile grazie ad uno studio dettagliato sulla tipologia di illuminazione. I dettagli desiderati sono stati ottenuti utilizzando una scatola di vetro opalino, con una base retroilluminata da LED e un proiettore sulla parte superiore.

Alcuni elementi sono dotati di proiettori orientati verso il basso, in modo che i fasci di luce possano illuminare sia verso l'alto che verso il basso, creando così la curvatura desiderata. Per la chiusura delle terrazze, è stata utilizzata una striscia di LED che sottolinea le terrazze stesse.

Materiali

I principali materiali utilizzati sono: alluminio per le lamelle della facciata, scelto in due colori che tendono ai toni caldi champagne per favorire il senso di dinamicità della stessa; il cemento ultra-rinforzato UHPC, materiale che si contraddistingue per le alte prestazioni energetiche, l’elevata resilienza e l’alta adattabilità a tutte le forme, usato per l’elemento scultoreo che sottolinea l’ingresso a doppia altezza.

Le facciate vetrate utilizzano tutte un sistema definito “Curtain wall system” ossia di facciata continua vetrata con tripli vetri ultra-performanti a schermatura solare, a montanti verticali e orizzontali con sistemi di ombreggiatura verticali in alluminio custom-made.

In copertura è stato adottato un sistema   costituito da una “gabbia” architettonica con listelli verticali in alluminio bianco.

SISTEMA ENERGETICO

Nel nostro lavoro ci siamo principalmente concentrati sulla progettazione della facciata, ponendo particolare attenzione agli aspetti energetici. Abbiamo introdotto elementi verdi e vetrate adatte a fornire schermatura solare. Questi elementi, oltre a contribuire esteticamente, svolgono una doppia funzione. Le lamelle verticali, ad esempio, sono state progettate per evitare la penetrazione diretta della luce all'interno dell'edificio, contribuendo così a ridurre il carico termico e il consumo energetico complessivo.

News correlate

maggio 22, 2024

Edificio iconico e senza tempo, capace di coniugare funzionalità ed estetica, relazionandosi con il contesto architettonico circos...