logo design
design
aprile 15, 2015 - Billiani

Billiani: un futuro ricco di storia in mostra al Salone Internazionale del Mobile 2015

“Appartenenza. La parola scelta per raccontare un lavoro, un percorso, un sentimento, una conferma. A partire dal laboratorio, che diventa testimone di valori vivi e quotidianamente riconfermati: italianità, cura, eccellenza esecutiva, artigianalità, design e non-delocalizzazione”.

Questa la premessa del nuovo racconto Billiani, fatto di ricerca stilistica, innovazione e consolidamento delle radici. Appartenenza a un territorio, dove la sedia è l’indiscusso elemento attorno al quale si costituisce una comunità e un sapere radicato e potenziato per secoli; appartenenza a una tradizione che parte da un’antica anima artigiana per dar vita a prodotti qualitativamente elevati e tecnologicamente evoluti. La continua ricerca dell’azienda, volta a stare al passo coi tempi, ha innescato rapporti virtuosi con i designer e una continua permeabilità dello stile dell’azienda al cambiamento culturale, della moda e dei costumi. Restare al passo coi tempi è necessario per continuare a creare belle sedute: quelle per far star comodi i sogni. Ma restare ancorati alla tradizione a un materiale nobile come il legno è altrettanto necessario, per rileggere le tracce del proprio passato per farle diventare pensieri, progetti e nuovi immaginari.
Nel nuovo catalogo, ventuno prodotti capaci di rappresentare l’attenzione ai materiali pregiati e la continua ricerca della bellezza. “Nello scegliere un design, una funzione, un accostamento di materiali e di colori, che accoglieranno tanti momenti della vita di altri ci poniamo con partecipazione, competenza e attenzione. Nel fare una sedia, siamo in ciò che amiamo fare”.

L’immagine è stata curata da Lara Vidotto che, in collaborazione con Beppe Brancato, fotografo rinomato nel panorama nazionale e internazionale specializzato in interior design, ha compreso e interpretato la direzione verso la quale Billiani vuole andare: proporre prodotti unici e di alto profilo qualitativo e indagare e rappresentare la bellezza.